Login
Menu principale
Gold Partners









Terza Cat. : N.V. Misericordia-Cartagine (0-0) 5-4 d.c.r.- Il commento
Inviato da Lorenzo Martinelli il 6/3/2014 21:27:51 (888 letture)
Terza Cat.

Ecco di seguito il commento della finale di "Coppa Fringuelli" fra la Vigor Misericordia e il Cartagine, terminata 5-4 ai rigori dopo che i tempi supplementari si erano...


chiusi sullo 0-0, a cura dei nostri inviati al campo di Montelupo Fiorentino.

IL COMMENTO
Quando un’emozione può essere contata. Enumerata. Uno, due tre…undici metri. Se un giorno – speriamo mai – il calcio dovesse morire, l’epitaffio sulla sua lapide dovrebbe essere un epigramma di undici versi. Dentro la distanza fra la porta e il dischetto c’è la parte più nobile della sua storia e gran parte della sua magia, quel fluido che si rinnova e rende indimenticabile tute le finali a qualsiasi livello. Guardiano di questa distanza mitica, un portiere che fronteggia un attaccante, un fischio e pochi secondi più tardi il verdetto. A Montelupo, la magia si è rinnovata e la storia incoronato la Nova Vigor Misericordia, che si è affidata ai guanti di Mugnai ed ha alzato al cielo una Coppa storica per la società di Pontassieve. Finale inedita quella fra le due squadre che si contendono nella splendida cornice dello stadio di Montelupo la terza “Coppa Fringuelli”: il Cartagine e la Vigor Misericordia arrivano a questo appuntamento dopo un cammino trionfale al quale fa da specchio un’altrettanto tale marcia in campionato. La formazione di mister Mossi si schiera con alcune novità e defezioni, lo stesso può lamentare il collega avversario Ombroni ma i due undici che scendono in campo sono competitivi e propositivi fin dalle primissime battute. Si gioca sul filo dell’equilibrio per tutto il primo tempo, nel quale i pericoli maggiori li porta la Vigor affidandosi all’estro di un Tirinnanzi incontenibile, che con i suoi affondi dalla trequarti mancina gialloblù mette più volte in difficoltà la compagine sestese, punta nel vivo in una zona d’ombra fra il raggio d’azione di Sorge e la retroguardia. All’8’, al 10’ e al 18’ il numero undici di mister Ombroni mette paura al Cartagine, che risponde con un acuto di Scaccioni al 16’ (palla sul fondo) e uno spunto di Pesalovo al 20’, ma il pericolo più grande è una doppia conclusione della Vigor alla mezz’ora con Monini, Bellini e Pini che costringono agli straordinari il reattivo Zannotti. La ripresa si apre col botto: terzo minuto, e il neo-entrato Alterini colpisce una clamorosa traversa da pochi passi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. L’episodio attorno al quale gira la partita arriva però al 71’, quando il signor Cinque di Firenze punisce con il calcio di rigore e l’espulsione di Ambrosini una caduta in area di rigore nero-verde di Monini, lasciando più di un dubbio. Non è ancora il tempo di verdetti dagli undici metri però, perché il penalty di Alterini finisce sul palo e poi sul fondo, sporcato dall’impercettibile deviazione di Zannotti – che comunque sarebbe stato sulla traiettoria. Galvanizzato dall’esito favorevole di quello che sarebbe potuto essere l'episodio del ko, il Cartagine resiste fino al 90’ e anche nei due tempi supplementari, affidandosi a Pettirossi come generosa boa avanzata della squadra. La Vigor prova a mettere pressione sfruttando l’uomo in più e l‘inevitabile scollamento fra i reparti, ma Zannotti in più di un’occasione è decisivo, improvvisandosi con successo anche difensore aggiunto nelle uscite con i piedi. Servono dunque i calci di rigore per stabilire la vincente, con Ricci che ri-equilibra l’errore dal dischetto di Tirinnanzi. E’ poi la parata di Mugnai su Toci a scrivere la parola fine sulla partita. Undici metri, una gioia infinita. La Vigor di mister Ombroni si prende il suo posto nella storia.

Lorenzo Martinelli

Stampa questo articolo Invia questo articolo a un amico



Cerca
Eventi & Servizi
Sondaggi
Argomenti notizie
Utenti Online
1 utenti online

Iscritti: 0
Semplici visitatori: 1

Altro...
Previsioni Meteo

Cliccando sulla cartina si aprirà una finestra: selezionate area e città per tutti i dettagli



Info generali | Copyright | Info Privacy | Disclaimer | Regolamento | Contatti

© 2000- Calciopiù - Progresso 3 S.r.l. | Sede legale: Via G. Caselli, 14 - 50131 Firenze
CF e Num. iscrizione al Registro delle Imprese di Firenze: 03186910489 - Capitale sociale: 10.500,00 €
Telefono: +39.055.575761 - Fax: +39.055.579884 - Indirizzo e-mail: info@calciopiu.net

Web Manager: Lorenzo Berti - Design by Lorenzo Berti & SevenDays Design