Login
Menu principale
Gold Partners









Page (1) 2 3 »
Terza Cat. : Finale Coppa Provinciale Pisa: trionfa il Galleno
Inviato da Samuele Tofani il 6/3/2014 2:20:58 (1262 letture)
Terza Cat.

Il Galleno vince per 1-3 contro il Migliarino e conquista la Coppa Provinciale di Terza Categoria di Pisa. Di seguito le statistiche, la cronaca e le pagelle..

dell'incontro. Su Calciopiù in edicola martedì prossimo gli approfondimenti sulla finale e la celebrazione della vittoria della squadra di Mencarini.

IL TABELLINO
Migliarino – Galleno 1-3
MIGLIARINO: Cecchetti, Mammoliti, Bracci (81’ Marradi), Consani, Borelli, Amato, Casapieri, Mengheri, Pischedda (74’ Gasparri), Marchi, Curcjia (87’ Sodi). A disp.: Puntoni, Gabbrielli, Diodato, Bindi. All.: Francesco Bastiani.
GALLENO: Giusta, Ricci, Giusti, Del Grande, Monetti, Ghelarducci, Maddalena (94’ Guidi), Checcucci, Lotumolo, Mucciaccito (92’ David Mencarini), Papini (84’ Calistri). A disp.: Croccia, Mataluni, Lleja, Bocciardi. All.: Daniele Mencarini.
ARBITRO: Vingo di Pisa, coad. da Liotta e Rizzello
RETI: 26’, 33’ Papini, 45’ Borelli, 74’ Lotumolo.
NOTE: ammoniti Maddalena, Ghelarducci, Ricci, Giusta, Lotumolo, Curcja e Gasparri. Fuorigioco: 1-7. Falli commessi: 28-22. Calci d’angolo: 2-2. Recupero: 1’+5’. Spettatori 170 circa.

LA CRONACA
FORNACETTE (Pisa) - Stavolta chi era entrato Papa in Conclave ne esce rivestito dei bianchi sacri paramenti. Oddio (tanto per restare in tema), alla fine dei 90’ le maglie del Galleno somigliano più alle divise di lottatori nel fango che alle vesti candide di un Pontefice appena eletto, ma l’esito della gara trascende i dettagli e parla chiaro: nella Stanza delle lacrime rimane il Migliarino, la formazione di Mencarini vince per 3-1 conquistando Coppa Provinciale di Terza Categoria e pass per la fase regionale del torneo. Il tecnico biancoceleste si affida al solito trio d’attacco: Lotumolo agisce dietro a Mucciaccito e Papini, Maddalena, Ghelarducci e Checcucci coprono loro le spalle. Dall’altra parte Bastiani tenta di fare la partita schierando, almeno all’inizio, un tridente puro, con Pischedda centravanti e Marchi e Casapieri a svariargli intorno. Sulla carta, Consani dovrebbe operare per limitare le incursioni del fantasista avversario: ma già al 4’ si capisce che la retroguardia biancorossa dovrà fare gli straordinari per tenere a bada l’attacco biancoceleste, perché l’ottima imbeccata a sinistra di Monetti pesca la corsa nel corridoio di Mucciaccito che, aiutato da una pozzanghera, supera Cecchetti in uscita, ma sulla linea salva proprio Consani abbassatosi a dare una decisiva mano. Il Galleno insiste affidandosi alle invenzioni del trio delle meraviglie offensivo: Mucciaccito spizza di testa per Papini, Cecchetti provvidenziale esce fuori dall’area e salva con i piedi. E lo stesso portiere si conferma super al 7’, quando ipnotizza Mucciaccito che, partito forse in posizione irregolare, si era presentato a calciare dal limite dell’area di porta. Poi la gara, dopo la sfuriata iniziale, si placa, e bisogna attendere la metà della prima frazione per un’altra occasione che macchi il taccuino del cronista (a proposito, rassicuriamo qualche tifosa che commentava perplessa: era questo il contenuto degli appunti, nessuno stava buttando giù le proprie memorie): non c’è pericolo di sbagliare l’asse su cui si sviluppa l’azione, perché Lotumolo inventa, Papini fa da sponda, Mucciaccito se ne va in palleggio e, solo in mezzo all’area, cerca il destro morbido che manda la sfera di un soffio accanto all’incrocio. Il vantaggio del Galleno è maturo, e puntuale si concretizza al 26’: lo spunto a destra di Lotumolo sembra concludersi in un cross preda della difesa biancorossa, ma Curcja manca il rinvio in area e serve inavvertitamente Papini, che controlla e mette dentro da posizione centrale. Il Migliarino, che fin lì aveva retto nonostante qualche sbandamento a ridosso dei sedici metri, accusa il colpo; e il mosso ferale dello scorpione biancoceleste non tarda ad arrivare. Il Galleno vuol mettere al sicuro il punteggio: Mucciaccito chiede e ottiene il triangolo con Lotumolo, ma chiude troppo il sinistro al momento della conclusione. Poco male per la Mencarini band, perché l’azione successiva produce il doppio vantaggio: Mucciaccito conquista la sfera sulla trequarti, attira a sé i due centrali avversari e serve in mezzo Papini, che stoppa con eleganza e insacca con un pallonetto morbido. Ferito dall’uno-due nel giro di 7’, sul finire di frazione il Migliarino dimostra di essere ancora in vita e tenta di riaprire la gara: Giusta salva di piede sul colpo di testa da distanza ravvicinata di Marchi, ben servito da una punizione da lontanissimo di Casapieri, ma deve arrendersi all’inzuccata di Borelli, che proprio allo scadere dimezza le distanze servito da un’altra pennellata del sette biancorosso. Il colpo subito potrebbe rivelare le debolezze del Galleno, anche perché al rientro sul terreno di gioco il Migliarino dimostra di crederci: in avvio di ripresa infatti la formazione di Bastiani tiene gli avversari rintanati tra trequarti e area di rigore, pur correndo il rischio di esporsi alle ripartenze di Mucciaccito e Lotumolo. E i palloncini biancorossi volano in tribuna quando Amato supera Giusta ancora sugli sviluppi di una punizione di Casapieri: ma l’esultanza dura un battito di ciglia, il tempo di accorgersi del braccio teso dell’arbitro Vingo che punisce un fallo in attacco. I calci piazzati dell’ala biancorossa creano più di un’apprensione al Galleno, che però tenta di volgere la situazione a proprio vantaggio: è quanto accade al 66’ quando, dopo un salvataggio un po’ approssimativo ma comunque efficace della propria difesa, Mucciaccito se ne va da solo in contropiede ma conclude altissimo. Sembra che il Migliarino possa davvero portarsi sul 2-2 ma, nel momento migliore dei biancorossi, una perla di Lotumolo chiude i conti: una punizione senza troppe pretese, nelle intenzioni del Galleno utile soprattutto per allentare la pressione, viene rimessa in mezzo dalla difesa del Migliarino, e il fantasista inventa dai venti metri un incredibile destro a giro che impiega una vita per andare a insaccarsi accanto al palo più lontano, seguito in silenzio dagli sguardi meravigliati degli spettatori che riconoscono l’eccellenza del gesto tecnico. Il Migliarino si arrende, salvo un tentativo a tempo scaduto del neoentrato Sodi salvato sulla linea da Del Grande, e il Galleno torna, almeno per una notte, a riveder le stelle.

esseti

Page (1) 2 3 »
Stampa questo articolo Invia questo articolo a un amico



Cerca
Eventi & Servizi
Sondaggi
Argomenti notizie
Utenti Online
1 utenti online

Iscritti: 0
Semplici visitatori: 1

Altro...
Previsioni Meteo

Cliccando sulla cartina si aprirà una finestra: selezionate area e città per tutti i dettagli



Info generali | Copyright | Info Privacy | Disclaimer | Regolamento | Contatti

© 2000- Calciopiù - Progresso 3 S.r.l. | Sede legale: Via G. Caselli, 14 - 50131 Firenze
CF e Num. iscrizione al Registro delle Imprese di Firenze: 03186910489 - Capitale sociale: 10.500,00 €
Telefono: +39.055.575761 - Fax: +39.055.579884 - Indirizzo e-mail: info@calciopiu.net

Web Manager: Lorenzo Berti - Design by Lorenzo Berti & SevenDays Design